Progettazione architettonica

Progettazione architettonica

Le competenze del geometra

Nell’ambito della progettazione urbanistica le interpretazioni della normativa hanno sempre messo in concorrenza le diverse figure professionali. Nella seconda parte del 2015 il Consiglio di Stato ha fornito un parere definitivo circa le competenze del geometra, distinguendole da quelle di architetto ed ingegnere. Il decreto del Re che poneva limiti progettuali per gli edifici civili in cemento armato, particolarmente usati in zone sismiche, è stato abrogato, quindi sono stati tolti i paletti previsti dalla legge. Inoltre secondo il Consiglio la progettazione prevede una collaborazione tra diverse competenze, che va incentivata e favorita.

Il geometra può svolgere in completa autonomia la progettazione architettonica, occupandosi anche della parte amministrativa. Redige le pratiche, richiede le autorizzazioni e dirige i lavori. In queste particolari attività non sono richiesti i calcoli strutturali per fare le verifiche sismiche, solitamente svolti dagli ingegneri.

Questo significa che il geometra può svolgere la progettazione urbanistica ed architettonica per le costruzioni modeste, come imprese agricole e piccole realizzazioni annesse agli edifici rurali. Questo può avvenire per le zone a basso rischio sismico e per opere che non comportino grossi rischi per le persone. Si può agire se non sono richiesti i calcoli strutturali dal tipo di edificio.
Va precisato che oggi il geometra ha una laurea triennale a disposizione.

Le costruzioni di cui il geometra si occupa

La costruzione modesta, nominata nel parere, va giustamente chiarita. Si deve definire la tipologia di strutture la cui edificazione può essere affidata al geometra. Al momento la questione, posta dal Consiglio di Stato, è al vaglio del legislatore.
Pur non potendo andare a fondo sul tipo di strutture, è da escludere che un geometra, da solo, possa occuparsi di palazzi, fabbricati ed abitazioni di una certa entità, riferendosi quindi anche al numero di occupanti o frequentatori.

Le attività dello studio tecnico

Il geometra ha quindi una serie di mansioni da svolgere che vanno dalla progettazione urbanistica alla gestione delle pratiche.
La progettazione architettonica di edifici privati e piccoli può essere svolta dal geometra, che esegue i disegni e redige le proposte di costruzione ed intervento. Le pratiche di catasto ed estimo, che richiedono misurazioni e compilazione di documenti, così come la redazione di pratiche relative alla sicurezza del cantiere possono essere redatte dal geometra. Per la certificazione energetica il geometra può occuparsene. Come gli altri professionisti deve farlo dopo aver partecipato ad un apposito corso. Stabilisce l’efficienza nell’utilizzo di energia e soprattutto il rispetto delle normative degli impianti energetici installati.
Tutti questi elementi compongo le abilità necessarie per la progettazione urbanistica.

La progettazione

Il geometra si occupa della pianificazione, lavorando su tutti gli aspetti che riguardano la sua realizzazione.

La progettazione urbanistica è uno strumento innovativo per studiare e riqualificare una zona territoriale, dal quartiere cittadino ad un’area rurale. Per poter predisporre un piano sono necessarie le diverse componenti. Innanzitutto ci vuole una relazione tecnica che analizzi il luogo, con particolare attenzione alle strutture storiche. Con un’altra relazione si spiega in che modo si apportano modifiche con l’edificio che si costruisce. A quel punto serve un estratto geometra addetto del Piano Regolatore Generale per indicare l’area su cui si intende intervenire, unito alle planimetrie delle zone interessate dai lavori, per far comprendere come si vuole modificare il territorio con l’opera. Risulta utile fare un confronto tra i parametri urbanistici già esistenti con quelli che vengono apportati, evidenziando i cambiamenti vantaggiosi per il territorio di riferimento. Nello stesso documento si inserisce una tabella per la comparazione diretta dei diversi fattori.

La progettazione deve ovviamente tenere presente il contesto, perché ci si inserisce in un ambito che viene in parte riprogettato, quindi si avrà un impatto sull’ambiente circostante. Inoltre si devono prevedere l’accesso ed il percorso da seguire per raggiungere la costruzione che si realizza. Sono queste le azioni che il geometra compie prima di presentare il progetto all’ufficio tecnico comunale, andando poi a richiedere le relative autorizzazioni ed i permessi per l’avvio e lo svolgimento dei lavori di edificazione. La progettazione urbanistica è complessa e articolata, ma un professionista è in grado di adempiere ad ogni compito previsto dalle normative vigenti.

Nessuna valutazione ancora.

Dai un voto a questo articolo (da 1 a 5 stelle)