salone parrucchiere arredato

Arredamento per parrucchieri: ecco come sceglierlo

Quando si pensa all’arredamento per parrucchieri, nella maggior parte delle occasioni si tende a fare riferimento unicamente ai mobili, agli scaffali e alle poltrone presenti all’interno di un salone. In realtà, sono molti altri gli elementi che meritano di essere presi in considerazione, a cominciare dai cosiddetti lavaggi, che includono l’insieme dei lavandini che vengono utilizzati per lo shampoo: essi possono essere acquistati in blocco o singolarmente, a seconda delle necessità che si desidera soddisfare, ma in entrambi i casi si può avere la sicurezza di offrire alla clientela un servizio ottimale sotto tutti i punti di vista.

Per quel che riguarda i lavaggi singoli, essi non sono altro che sedute o poltroncine che risultano inglobate all’interno di una struttura, che può essere realizzata in alluminio, in metallo o in plastica, alla cui estremità si trova il lavandino. Quest’ultimo è una vaschetta basculante che assicura la massima versatilità di utilizzo, progettata in modo che la persona che si sottopone al lavaggio possa godere del più elevato comfort possibile, senza che l’acqua le scivoli sul collo o vada a bagnare i suoi vestiti.

Diverso è, invece, il discorso per i lavaggi in blocco, che di solito sono composti da un paio di sedute – o anche di più – all’interno di una struttura unica. In entrambi i casi, però, i lavaggi devono essere per forza di cose essere allacciati all’acqua corrente, il che vuol dire che la loro posizione nel locale deve essere valutata anche in funzione di questa variabile. Un elemento importante per i lavaggi è il miscelatore che va collegato con il rubinetto: in genere è preferibile ricorrere a una soluzione monocomando, dal momento che in questo modo si ha la possibilità di regolare anche con una sola mano la temperatura dell’acqua che scorre.

Le mensole nell’arredamento per parrucchieri

Nel contesto dell’arredamento per parrucchieri, inoltre, non si può sottovalutare l’importanza degli scaffali e delle mensole da lavoro: queste ultime costituiscono gli allestimenti di specchi e poltrone. Si può decidere se affidarsi a una mensola da lavoro a parete, che è raccomandata nel caso in cui si abbia poco spazio a disposizione o comunque si sia intenzionati a ridurre gli ingombri, o a una mensola da lavoro a isola, che di certo occupa più spazio anche se è molto più interessante sotto il profilo estetico.

Come si può notare, dunque, le esigenze estetiche si intrecciano con quelle pratiche, e molto dipende anche dallo stile che si intende attribuire al proprio salone: uno specchio sabbiato munito di retroilluminazione, e magari caratterizzato da colori vivaci, sarà adatto a un parrucchiere per giovani, mentre il ricorso a un piano di lavoro in marmo o in metallo lucido sarà raccomandato per un parrucchiere per persone di tutte le età in cui gli eccessi devono essere limitati il più possibile. I gusti individuali dei proprietari sono decisivi, insomma.

5/5 (1)

Dai un voto a questo articolo (da 1 a 5 stelle)