Rimedi contro la Muffa e la Condensa sui Muri

Rimedi contro la Muffa e la Condensa sui Muri

Muffa sui muri e condensa: cosa sono e come si formano?

Se gli ambienti domestici non hanno una buona ventilazione, sono umidi e mal coibentati si può andare incontro alla formazione di muffe e condensa sui muri. (vedi tutte le cause)

Le muffe sono tipiche degli ambienti freddo-umidi, delle zone con scarsa illuminazione naturale e poco soleggiati. La formazione di muffe sul muro non deve essere considerata solo un problema estetico visto che è anche indice di ambiente poco salubre. Per questo motivo se si nota la formazione di muffa sulle pareti è necessario non solo procedere alla rimozione, ma anche valutare una serie di interventi che permettano di migliorare le condizioni ambientali della stanza in cui essa si è formata.

Anche la condensa rappresenta un problema da prendere in considerazione non solo per gli inestetismi che crea ma soprattutto perché indice di eccessiva umidità nell’ambiente. Si tratta di un fenomeno che si forma quando in una casa in cui sia presente un’elevata umidità si verificano sbalzi di temperatura eccessivi. Il continuo riscaldamento e raffreddamento dell’aria porta infatti alla condensa del vapor acqueo che, trasformandosi in goccioline, si deposita su vetri e mura. La condensa sui vetri è facilmente visibile e deve rappresentare un campanello d’allarme: questo stesso fenomeno, infatti, non è sempre facile da riconoscere sui muri se non quando il danno è già fatto.

Condensa sui muri rimedi: soluzioni naturali per evitare la formazione di muffa

Nella maggior parte dei casi, prevenire la formazione di muffe e condensa è fondamentale. Per questo bisognerebbe sempre assicurarsi di arieggiare bene e quotidianamente tutte le stanze, evitando alcune abitudini che possono risultare dannose per la salubrità ambientale. Se si vive in un ambiente umido, ad esempio, si dovrebbe evitare di stendere i panni in casa: questi, infatti, contribuiscono a incrementare l’umidità ambientale. Ancora, quando si cucina si dovrebbero sempre tenere le finestre leggermente aperte, per tenere sotto controllo l’incremento di temperatura e di umidità che si creano durante l’accensione dei fuochi.

Una delle stanze in cui si verificano maggiormente i fenomeni di condensa e la formazione delle muffe è il bagno: qui, infatti, le continue docce e l’uso di acqua calda facilitano gli sbalzi termici mentre i vapori contribuiscono ad incrementare l’umidità dell’aria. Pertanto, in questa stanza è fondamentale arieggiare regolarmente l’ambiente.

Se la casa in cui si vive è particolarmente umida si può optare per un deumidificatore: in questo modo si proteggeranno non solo i muri ma anche tutto quanto è presente all’interno della casa. L’umidità eccessiva può infatti avere ripercussioni anche all’interno degli armadi e dei cassetti, rovinando l’abbigliamento. Inoltre, aspetto più importante, vivere in un ambiente umido può recare gravi danni alla salute, portando a indolenzimenti, mal di testa e molte altre problematiche.

Come eliminare la muffa dai muri: protezione con coprimuro

Le problematiche relative a muffa e condensa possono riguardare non solo i muri interni ma anche quelli esterni. Questi ultimi sono generalmente più complessi da manutenere visto che la formazione di muffe e condense è solitamente causata da un’esposizione particolare o dalla presenza di elevata umidità ambientale che non possono essere controllate o mitigate come invece si può fare per gli ambienti interni.

In questi casi la soluzione più conveniente per togliere la muffa dai muri è quella di assicurare una protezione meccanica al muro, optando per un coprimuro in marmoresina. Come si può facilmente comprendere dal nome, il coprimuro è una struttura di copertura con funzione protettiva. Può essere utilizzato per migliorare l’estetica di un muro rovinato e, soprattutto, per proteggere il muro stesso dagli agenti atmosferici, in particolare acqua, sole e umidità, che col tempo possono danneggiare gravemente la struttura e l’estetica della parete.

I coprimuro possono essere di differente forma, dimensione e colore ed essere realizzati con vari materiali. I più moderni sono in marmoresina, un materiale di ultima generazione che permette di realizzare delle coperture altamente protettive e in grado di simulare l’estetica del marmo.

Il coprimuro in marmoresina rappresenta una soluzione molto versatile, che non richiede manutenzione e in grado di assicurare una protezione totale per tempi molto maggiori rispetto ai classici modelli in cotto o in cemento.

Nessuna valutazione ancora.

Dai un voto a questo articolo (da 1 a 5 stelle)