I furti in Italia negli ultimi anni

I furti in Italia negli ultimi anni

Nonostante si possa dire che ci sono sempre numerosi furti in Italia (soprattutto per quanto riguarda i furti domestici), secondo alcuni dati Istat sembra che siano andati in calo con il passare degli anni, soprattutto dal 2014 al 2017.

Infatti, i dati Istat specificano che si è passati da più di 40.000 furti nel 2013 a circa 35.000 nel 2015. In attesa dei dati fino al 2017/2018, non ci resta quindi che continuare a sperare in un miglioramento sotto questo punto di vista.

Furti e rapine in italia

Tuttavia, anche se i dati sono positivi, i furti e le rapine in Italia fanno paura alla stragrande maggioranza degli italiani. Sempre l’Istat dichiara che sembra esserci un rapporto proporzionale diretto tra furti, denunciati e commessi, soprattutto tra le famiglie che percepiscono un alto rischio di criminalità.

Secondo i dati riportanti negli anni, in Italia avvengono, in media, 14 rapine al giorno. Tali rapine sono in gran parte ai danni di bar e negozi ed è per questo che tali attività sono sempre sull’attenti e pronti ad installare antifurti d’ogni tipo per prevenire eventuali rapine.

È interessante capire inoltre quali sono gli orari in cui avviene la maggioranza dei furti. Sembra che i furti in abitazioni siano più frequenti tra le 18 e le 21, con la seconda fascia più a rischio tra le 9 e le 12 del mattino. Detto questo, è sempre bene stare allerta durante tali fasce orarie, per quanto riguarda i furti domestici.

Considerando invece le zone geografiche in cui si concentrano i furti e le rapine in Italia, i luoghi più a rischio sembrano essere i principali centri urbani. Per quanto riguarda il territorio italiano, Palermo e le province della pianura veneta e della pianura padana registrano il più alto numero di furti in esercizi commerciali (consigliamo di controllare i dati istat su videosorveglianzamilano.net.

Furti e rapine: come difendersi

Uno dei problemi di fondo è quello di capire come difendersi e soprattutto come sconfiggere questo sentimento di insicurezza sociale per quanto riguarda i furti. C’è bisogno di sentirsi protetti e soprattutto di avere coraggio contro ladri, scassinatori e furfanti d’ogni tipo.

Sicuramente, un buon impianto d’allarme può dare una grossa mano, ma non è sempre il caso. Se non si ha un impianto, si può adottare piccoli metodi che daranno fastidio ai furfanti, come ad esempio nascondere i soldi in posti inaspettati (ad esempio, non porli all’interno di scatole che solitamente sono una tra le prime cose che notano) o far fare rumore ad una finestra quando si apre (in modo da poter accorgersi degli intrusi).

Nessuna valutazione ancora.

Dai un voto a questo articolo (da 1 a 5 stelle)