Ristrutturazione del bagno: quanto costa smaltire i materiali edili?

Ristrutturazione del bagno: quanto costa smaltire i materiali edili?

Avete idea di quanto possa costare smaltire i materiali edili dopo una ristrutturazione? Se avete intenzione di ristrutturare il vostro bagno e non sapete da dove iniziare per quanto concerne lo smaltimento dei rifiuti che questa ristrutturazione genererà, allora dovete necessariamente chiedere l’intervento di esperti del settore.

Esistono, infatti delle ditte specializzate che potrebbero aiutarvi nello smaltimento dei rifiuti. I rifiuti provenienti da un restyling per la realizzazione di un bagno sono in generale quelli che rientrano tra i materiali di risulta edile. Si tratta di calcinacci, laterizi o qualunque altro tipo di materiale edile proveniente dalla demolizione della costruzione.

Tra questi ci sono anche dei materiali, cosiddetti “pericolosi”, perché contengono al loro interno lege tossiche. Ad esempio un materiale di scarto pericolo (oltre all’amianto ovviamente) è la Guaina Bituminosa.

A volte il costo per lo smaltimento calcinacci è molto elevato e per questo bisogna sempre calcolarlo per tenere sotto controllo il budget di quelli che sono i lavori che state effettuando per la ristrutturazione del bagno.

Lo smaltimento dei materiali edili può essere anche molto difficile, in quanto il decreto legislativo 152 del 3 aprile del 2006 prevede che debbano seguirsi tutta una serie di passaggi chiave così da certificare il complesso iter da seguire per questo rifiuto.

Si tratta di rifiuti speciali non pericolosi che vanno smaltiti con una serie di interventi e l’onere, e quindi la spesa per lo smaltimento, spetta a colui che li ha prodotti. In caso di lavori in casa perciò servirà contattare una ditta che si occuperà di questo smaltimento.

La modalità di smaltimento deve essere sempre effettuata da esperti del settore iscritti all’albo nazionale dei gestori ambientali. Per avere info sullo smaltimento guaina bituminosa segui il link.

Il prezzo per smaltire rifiuti edili per la ristrutturazione di un bagno

Il costo dello smaltimento di rifiuti edili e quindi per liberarsi dei calcinacci e delle guaine dopo una ristrutturazione di tipo edilizio, potrebbe essere abbastanza elevato. Solitamente si parla di un costo variabile ma che in generale va a costare tra i 12 ed i 20 euro al metro cubo a cui però si devono aggiungere almeno altri 100 euro per il costo di trasporto.

Spesso viene incluso nel prezzo il noleggio del mezzo e questo potrebbe comportare un risparmio. Bisogna fare però molta attenzione al fatto che si tratta di un’azienda seria specializzata e soprattutto che abbia tutte le carte in regola per trattare un rifiuto di questo tipo e per prevederne lo smaltimento.

Alla fine dell’operazione di smaltimento, bisognerà che la ditta vi fornisca un certificato di avvenuto smaltimento in modo che il proprietario non possa incorrere in qualunque tipo di sanzione in caso di verifiche.

1/5 (1)

Dai un voto a questo articolo (da 1 a 5 stelle)