Bar e Ristoranti: come mettersi in regola con l'Haccp

Bar e Ristoranti: come mettersi in regola con l’Haccp

Molte persone sognano di aprire un bar oppure un ristorante, perché avere a che fare con il settore alimentare potrebbe diventare una passione per molti. Ecco perché bisogna capire in che modo si potrà aprire questo genere di attività e soprattutto come farlo garantendo il rispetto della normativa haccp aggiornata.

Per aprire un bar o un ristorante sarà necessario ottenere l’attestato HACCP per bar e ristoranti. Chi non possiede un attestato HACCP non può aprire un’attività nel settore alimentare.

Per mettersi in regola bisogna fare un corso, fare un esame e ottenere l’attestato che deve essere sempre aggiornato e soprattutto deve essere esteso a tutti coloro che hanno a che fare con il cibo all’interno della vostra attività commerciale.

L’HACCP per bar e ristoranti

L‘attestato HACCP in pratica riassume le analisi dei punti di rischio e controllo per fare in modo che la sicurezza alimentare sia garantita in un esercizio commerciale di questo settore. Il proprietario della struttura che ha a che fare con gli alimenti, sia se si tratta di un piccolo bar e ristorante, deve necessariamente fare molta attenzione agli alimenti al modo in cui vengono preparati al modo in cui devono essere conservati.

Questo serve a prevenire il rischio di intossicazione di tipo alimentare. Quindi il proprietario ed il responsabile devono tenere sotto controllo i punti di rischio e poi dovranno applicare un piano di autocontrollo e di conseguenza, mettere in campo tutto il sistema delle norme HACCP così da verificare che le procedure siano eseguite.

E’ a questo fine che deve essere applicata una scheda di autocontrollo. Ecco perché coloro che devono aprire un bar devo necessariamente seguire questo corso insieme a tutti i lavoratori del bar. Lo devono seguire i proprietari, camerieri, baristi ed anche chi fa le pulizie.

È un corso aperto ai responsabili, i somministratori e ai manipolatori del cibo. Il corso può essere usato sia da enti istituzionali ma anche da enti di formazione privata e generalmente, soltanto una volta che tutti gli attori in campo avranno seguito questo corso, sarà fondamentale fornire tutta la documentazione necessaria e finalmente sarà tutto in regola.

Il corso e l’attestato HACCP sono personali e quindi chi segue questo corso ma poi cambia attività avrà comunque sempre questo titolo con sé. E’ bene essere sempre aggiornati su quello che riguarda le pratiche da mettere in campo per la tutela della sicurezza alimentare, in modo tale da poter fornire un servizio davvero di qualità in questo settore.

2.5/5 (2)

Dai un voto a questo articolo (da 1 a 5 stelle)