illiminazione esterna

Illuminazione esterna: tutto ciò che dovete sapere sui lampioni da giardino a energia solare

L’innovazione tecnologica, dedicata all’illuminazione da esterni, ha davvero fatto passi da gigante. Complice anche la situazione ambientale, che necessità di un abbattimento costante e metodico delle emissioni di CO2, prodotte per lo più dalle centrali elettriche e a combustione, l’industria dell’illuminazione sta spendendo energie per poter risolvere – almeno in parte – il problema legato all’illuminazione esterna.

In Italia ad esempio, per ciò che riguarda l’illuminazione pubblica, fornita dai lampioni, si calcolano circa 10 milioni di elementi installati negli oltre 8.000 Comuni italiani. E’ un dato che porta a riflettere, sulle enormi risorse energetiche ed economiche che vengono impiegate ogni anno, per illuminare le città in cui viviamo.

L’ultima tendenza, è quella di installare – sia negli spazi pubblici che in quelli privati – elementi illuminanti la cui energia è fornita da pannelli solari: è il caso dei lampioni a energia solare e ai lampioni da giardino a energia solare come quelli disponibili sul sito ecoworld-shop.it.

Lampioni da giardino a energia solare: una soluzione ecologica e a basso costo

Focalizzando l’attenzione sui lampioni da giardino, è bene conoscere il funzionamento di questi congegni, per apprezzarne a pieno le peculiarità.

Fino a qualche anno fa, i lampioni da giardino a energia solare, non erano esattamente dei veri e propri elementi di illuminazione. Il fascio di luce prodotto non era infatti tale da poter essere utilizzato per l’illuminazione serale e notturna, quanto per dare un effetto scenico agli ambienti esterni.

Con il progredire della tecnologia, le aziende che producono e rivendono questi lampioni, hanno potuti proporre veri elementi da illuminazione esterna, consentendo non solo un risparmio in ordine di impatto ambientale e CO2, ma anche economico.

Una cella fotovoltaica in grado di alimentare un lampione da giardino

Ma come funziona un lampione da giardino a energia solare? È presto detto. All’interno del lampione, è collocato un pannello a energia solare, i cosiddetti “pannelli fotovoltaici”, miniaturizzati rispetto a quelli – molto più ampi – utilizzati per il riscaldamento e l’illuminazione degli appartamenti.

Questi mini pannelli fotovoltaici, di varia grandezza,  sono dotati di una batteria che, durante il giorno e se esposti in una zona assolata, assorbe i raggi solari, ricaricandola.

Quando la luce naturale si abbassa, col sopraggiungere della sera, un circuito elettronico “intelligente”, è in grado di capire che è arrivato il momento di accendere la luce. Ciò è reso possibile da un semplice elemento: il circuito elettronico, è in grado di leggere la tensione fornita dal pannello fotovoltaico che, quando i raggi del sole spariscono, cala. In quel momento quindi, scatta la cosiddetta “funzione crepuscolare” che accende automaticamente la lampada, che diffonde la luce.

La cosa inversa accade al mattino, al sorgere del sole. Quando il circuito elettronico “sente” aumentare la tensione fornita dal pannello, spegne il circuito di alimentazione e così, la luce si spegne.

Installazione fai da te

Avete quindi deciso di cambiare i lampioni nel vostro giardino, e sostituirli con i più ecologici ed economici a energia solare? C’è ancora una sorpresa: l’installazione è particolarmente semplice. Il palo del lampione è fornito – nella parte che va inserita nel terreno – di un picchetto, che ne facilita l’inserimento. Poi, basta fissare con delle comuni viti, e il gioco è fatto.

Nessuna valutazione ancora.

Dai un voto a questo articolo (da 1 a 5 stelle)